MENU

LA STORIA

Ovunque si posa lo sguardo c'è tradizione, atmosfera, rispetto, armonia.

LA VILLA

La Villa fa parte di una fattoria che appartiene alla famiglia dal 1800.

Il nonno dell’attuale proprietaria, Gino Romboli, direttore di banca e insignito dell’Ordine di Cavaliere prima dal Re Vittorio Emanuele e poi dal Presidente della Repubblica Einaudi, costruì gli attuali locali dove si svolgono gli eventi, ai primi del ‘900.

Mentre lascia la casa padronale al figlio primogenito, assegna al figlio cadetto Giulio solo casali vetusti e cadenti.

 

E’ quindi Giulio che nel 1970 mette mano al primo restauro della villa e del giardino, conferendo la struttura odierna. Il primo matrimonio festeggiato in villa, fu quello dell’attuale proprietaria Barbara, nipote di Gino, nel 1983.

Da allora è Barbara ad occuparsi sempre di più della fattoria di famiglia e si deve a lei la creazione della location, in una vecchia stalla della fattoria che era stata devastata da una tromba d’aria.

Così, dall’unione di un immenso rispetto per la struttura originaria, amore per un tipico edificio della campagna toscana, moderni confort, raffinatezza dei dettagli e attento recupero, nasce la location “Villa Aurelia XLIII”.

BARBARA

L'attuale proprietaria, Barbara, vive nella villa padronale e ha sempre cercato di mantenere viva l'immagine della famiglia e le sue tradizioni.
E' lei che si occupa personalmente del giardino e se capitate in villa inaspettatamente è facile trovarla con cappello, grembiulone verde e forbici in mano, a trafficare in qualche angolo del parco.
Oltre alle piante e ai fiori, si interessa di ogni forma animale: ha tre cani, tutti rigorosamente adottati, papere, galline, oche, tacchini, piccioni e ... scoiattoli.
Abituata ad organizzare personalmente ricevimenti e feste, mette a disposizione la sua esperienza con consigli, idee e suggerimenti per coloro che ne fanno richiesta e apre le porte della sua villa a chiunque desideri un'atmosfera ricercata e familiare.
Semplicità e signorilità sono i suoi aggettivi preferiti.

CLOSE