MENU
FornainiF_Villa_Aurelia_bassarisoluzione-00074
FornainiF_Villa_Aurelia_bassarisoluzione-00076
FornainiF_Villa_Aurelia_bassarisoluzione-00030
FornainiF_Villa_Aurelia_bassarisoluzione-00101
FornainiF_Villa_Aurelia_bassarisoluzione-00028
FornainiF_Villa_Aurelia_bassarisoluzione-00100
FornainiF_Villa_Aurelia_bassarisoluzione-00062
FornainiF_Villa_Aurelia_bassarisoluzione-00104
Se l'amore è il solo fiore che possa fiorire senza l'aiuto delle stagioni, è solo l'amore che può offrirvi un giardino così

IL GIARDINO

Tranne i cipressi secolari, gli aceri e i lecci, nel giardino non c’erano né siepi né fiori.

Fu Giulio a creare con la moglie Fernanda, donna colta e di gusti raffinati, i bellissimi viali di cipressi che circondano la zona piscina e la divisione in “stanze”, dell’enorme parco di tre ettari che circonda la villa.

Ma l’immagine attuale è stata data da Barbara che ha trapiantato ulivi secolari dai campi della fattoria attorno al locale e ha piantato solo fiori e arbusti tipici della campagna toscana dell’ottocento.

Così si ha un alternanza di fioriture stagionali di grande impatto e suggestione. 

Si passa dai giaggioli azzurri al blu intenso degli agapantus, dal crema delle quercifolie al viola acceso della bougainvillea, dall’intenso profumo del gelsomino al soave e ineguagliabile aroma della rosa che abbraccia la fontanella in ghisa. Per non parlare dei romantici lillà che ci accompagnano al parcheggio e dei cespugli di acanto dalle lunghe spighe candide e dalle foglie frastagliate che ispirarono i capitelli romani.

All’ombra dei secolari cipressi dormono beate le foglie di aspidistra e sui muri si rincorrono le hydrangee rampicanti e le parthenocissus che in autunno si colorano di tutte le sfumature di rosso prima di lasciarci.

VILLA AURELIA XLIII

GLI EVENTI

L'armonia della villa e del parco vi farà vivere il vostro giorno più bello immersi in un sogno.

CLOSE